lunedì 26 dicembre 2016

Testardi, sognatori o imbecilli?

Vi è mai capitato di intestardirvi su qualcosa che sapevate fosse finita prima che iniziasse?

Spesso si ha quel senso masochista, quasi a voler soffrire a tutti i costi.

Si comincia una storia pur sapendo che non avrà mai una fine, pur conoscendo da principio i malesseri, gli aggrovigliamenti, gli strascichi e gli addii finali.

Una storia che ha dalla sua solo la passione interiore, spesso lasciata in sospeso.

Una storia che vive virtualmente, tra telefonate, confidenze, distante km e km.

Una storia che ha fame di abbracci, carezze, sapori e odori che mai si potranno avere.

Eppure la si porta avanti sperando, ma consapevoli che è e che resterà per sempre solo un sogno.

A volte mi convinco che l'essere umano, nella sua intelligenza è stupido, incapace di volersi bene, autodistruttivo, succube del proprio malessere.

Dichiara tanto la sua indipendenza ma allo stesso tempo non vive se non dipende da qualcuno. Anzi, spesso, nonostante le sue grandi sofferenze, gli è impossibile allontanarsene, perché la distanza gli procura maggior dolore.

Testardi, sognatori o imbecilli?

Dedicato a tutte le persone affette da lupus

SPAZIO UTENTI

Oh Oh

Share it

Ti potrebbe interessare!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Citazione del Giorno