lunedì 2 luglio 2012

Come ottenere maggior #traffico per il mio blog… i motori di ricerca


Pubblicizzare il nostro blog è
molto importante.



Una delle ragione per cui si decide di scrivere i nostri pensieri, i nostri articoli su un blog è perché vogliamo farli conoscere al mondo intero, perché possono essere una fonte di guadagno. Ciò
comporta una necessità di maggiore visibilità.



Esistono diversi modi per aumentare il traffico del nostro blog.




  • Pubblicizzare il nostro blog con amici, parenti e conoscenti sui social: Twitter (da me tanto amato), Facebook, e così via;

  • Partecipare a forum, e se si trovano domande e richieste dove è possibile rispondere con
    qualche nostro articolo, indirizzare al nostro blog;

  • Se abbiamo un’attività, inserire il nostro blog nel biglietto da visita;

  • Nella firma delle email, inserire sempre l’indirizzo al nostro blog;

  • Concentrarsi molto sui motori di ricerca.





Se consultiamo le statistiche del nostro blog, “Provenienza dei visitatori”, ci rendiamo conto che la maggior parte del nostro traffico proviene dai motori di ricerca. La maggior parte
delle volte, la percentuale si aggira tra il 70 e l’80  per cento.


 



  I motori di ricerca sono,
almeno per il momento, le migliori fonti di traffico. Questo lo sanno i professionisti, e le aziende che ottimizzano i loro siti proprio con i motori di ricerca.



La sensazione che si ha quando si appare tra le prime pagine dei motori di ricerca, è più unica che rara, ma per ottenere le prime posizioni, bisogna darsi un po’ da fare e non accontentarsi solo
della pubblicità su elencata o della visibilità che può darci il sito che ospita il nostro blog.





Ecco alcuni suggerimenti tanto per iniziare a vedere qualche risultato.



  1 - Usa parole chiave pertinenti. 
I
risultati della ricerca variano a seconda delle parole chiave utilizzate. Se si desidera che il nostro articolo abbia un alto traffico, bisogna impostare bene le nostre parole, i nostri
tags, su titolo, corpo del testo e foto. Naturalmente non vuol dire riempire a dismisura l’articolo con le parole chiave, ma usarne una giusta quantità. Anche perché troppe parole chiave vengono
penalizzate dai motori di ricerca.





  2 - Mettere in evidenza i propri link. 
Imparare
a usare i link, non solo per condividerli nei social. Ottimo sistema è quello di scrivere mini articoli con i link del nostro blog, che poi andremmo ad inserire in siti promozionali.



Tanto per fare un esempio: se abbiamo scritto un articolo che parla di case, creiamo un mini articolo, quasi una forma di introduzione, con parole e argomenti riguardanti le case, che se cliccati
invieranno l’utente al nostro articolo. Logicamente, il mini articolo deve essere inserito sui siti pertinenti!



Un errore da non fare e che purtroppo io stessa, ho commesso più di una volta e, lo ammetto, continuo a fare, spesso per fretta, poca voglia d’impegnarmi, è quello di inserire quelle paroline che
piacciono tanto “clicca qui”, “continua” e così via.


Meglio un articoletto con le parole linkate, si ottengono maggiori risultati, anche se può risultare un lavoro più impegnativo.


  3 - Segnalare il proprio sito nelle directory. 
Basta
poco, l’impegno di qualche giorno, per riuscire a trovare le directory, attraverso i motori di ricerca e segnalare il proprio blog. Attenzione però a quelle directory che sfruttano il testo del
proprio articolo in maniera parziale o totale. Ciò comporta una penalizzazione delle entrate al proprio blog.





  4 - Aggiornare periodicamente la propria pagina.
 Google
e altri motori di ricerca valutano i siti anche in base alla freschezza dei suoi contenuti, che devono rispondere alle esigenze degli utenti. Per questa ragione, è sempre meglio informarsi su
cosa interessa il pubblico e soprattutto scrivere articoli che siano sempre attuali.  Se invece si decide di scrivere articoli di attualità, sarebbe opportuno, ogni tanto, rinfrescare
l’articolo con gli sviluppi dell’argomento trattato.



Un sito statico è molto penalizzato dai motori!



  Non inserire collegamenti difettosi o con contenuti illeciti.
 L’uso
di questo tipo di collegamenti, la maggior parte delle volte sono penalizzati, se non addirittura a rischio di sanzioni, perché spesso considerati come spam. Questo capita quando si inseriscono
link esterni. Attenzione quindi al tipo di link inserito: che non contenga virus, che non promuova la pirateria, la pedofilia e pornografia infantile e simili. Prima di inserire il link a
qualsiasi altro sito esterno, controllare a fondo il sito e accertarsi che sia attendibile e legale.



Questi sono solo alcune, delle tante cose che si possono fare per riuscire ad aumentare il traffico del proprio blog.



È un inizio che può farci vedere in poco tempo una presenza nelle prime pagine dei motori. Presenza che va tenuta costante continuando a ottimizzare il blog



Che dire? Buon lavoro a tutti!  E buon
traffico!

Dedicato a tutte le persone affette da lupus

SPAZIO UTENTI

Oh Oh

Share it

Ti potrebbe interessare!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Citazione del Giorno